LA DIFFERENZA TRA "INFORMARE" E "FORMARE"

Nell’avversità oltre l’avversità

ELITE SCOUT e' una A.S.D legalmente costituita iscritta nel registro dell'Agenzia delle Entrate di Alessandria e patrocinata nelle sue attivita' da A.N.V.G (Ass.Naz.Volontari di Guerra Sez,Torino) Associazione d’Arma, ente riconosciuto ed autorizzato dal Ministero della Difesa. presenziata dal Ten.Col. Roberto Pintus, gli istruttori Coloru Massimo e Marcello Tappa rispettivamente ex Esercito Italiano nei reparti Folgore e Genio sono militari in congedo regolarmente inscritti a tale Associazione .

Essa lavora in cooperazione nella figura di Massimo Coloru (responsabile per L’ITALIA) per la formazione dei Ranger Antipoaching  per  C.R.O.W importante ONG U.S.A con sede in Texas (Conservation Ranger Organization Wildlife),e logisticamente inserito come istruttore docente nella prestigiosa   "Scuola Nazionale Formatori istruttori di sopravvivenza Avventura Team" di Giuseppe Scafaro dell'ente AICS (autorizzazione CONI) per la formzione di nuovi istruttori e lo svolgimento di corsi survival per civili.

"Non chi comincia, ma quel che persevera"

Gli istruttori di tale scuola sono in possesso di “certificazioni” CONI in materia di sopravvivenza e ISTRID settore COCIM livello 5 in materia di Safety e Security per FF.AA e Forze di Polizia (che autorizza la trascrizione su foglio matricolare dei corsi SURVIVAL , ANTI-POACHING , SICUREZZA e AUTODIFESA.
"Gli UNICI IN ITALIA AUTORIZZATI ISTITUZIONALMENTE a poter fare tale cosa".
La sede operativa e' sita in Torino Corso Regina Margherita 16 presso l'Ass.d’Arma Naz.Volontari di Guerra,sede legale a Valenza PO ,Alessandria.
le aree formative sono site in Piemonte nelle province  Biellese ed Alessandrino.
Mission :
Fornire un servizio di "formazione e informazione" a seconda dei casi , sulle Tecniche di Sopravvivenza in ambienti naturali ,urbani,contesti bellici,aree remote o situazioni di crisi in genere,principalmente a Forze Armate e Forze di Polizia,ma anche a Operatori del Soccorso Specializzato, Ranger delle Unita' Antibracconaggio in Africa ,Escursionisti di ogni livello,Lavoratori in paesi a rischio,Operatori Close Protection,Bodyguard,,Operatori della Sicurezza operanti in zone a rischio,Operatori dell'Anti-Pirateria marittima,Viaggiatori estremi,Sportivi estremi,ma anche a semplici amanti della natura che vogliono affrontare in sicurezza e con i giusti metodi l'ambiente che li circonda e i suoi pericoli.

MASSIMO COLORU istruttore istituzionale ISTRID

 

 

 

(Istituto Studi Ricerche Informazioni Difesa)

Settore Cooprazione Civile Militare SECURITY e SAFETY Esercito Italiano  (CIMIC-COCIM) per personale delle Forze Armate e di Polizia Italiane ,ma anche di tutti gli stati facenti parte della U.E NATO.

Livello 5   n.96 Bruxelles 29/09/2017.

 

La cooperazione civile e militare (Multinational CIMIC Group in inglese, co acronimo CIMIC ovvero Civil-Military Cooperation, utilizzato in italiano anche con l'acronimo COCIM ossia Cooperazione Civile-Militare) indica il coordinamento e la cooperazione tra la componente militare e le organizzazioni civili presenti in un territorio interessato ad un'operazione militare.

L'attività è dedicata, con particolare attenzione, alla popolazione locale, alle autorità, alle organizzazioni nazionali (OG), alle organizzazioni internazionali (OI) e non governative (ONG).

 

Scopo delle attività CIMIC è di implementare e mantenere la piena cooperazione tra i militari e la componente civile al fine di creare le condizioni necessarie a favorire il raggiungimento della missione. I compiti principali delle attività CIMIC sono:

  • fornire supporto alle forze militari;
  • realizzare il collegamento tra componente civile e militare;
  • fornire supporto all'ambiente civile.                       
  • Il Multinational CIMIC group è reparto militare multinazionale della NATO guidato dall'Italia, che si occupa di ricercare, addestrare e inviare unità di specialisti nel soccorso e nella ricostruzione di aree sconvolte da conflitti. È dislocato a Motta di Livenza (TV) e dipende dal Comando genio dell'Esercito Italiano                                                               

 

"Si pace frui volumus, bellum gerendum est"